sabato 19 novembre 2011

The nighmare before Christmas

E' per moltissimi un film dell'infanzia, per altri un capolavoro della fantasia burtoniana, quel pizzichino di dark e horror che rende più bello il nostro Halloween e più gotico il nostro "bianco Natale". "The nightmare before Christmas" è forse il miglior film in stop-motion realizzato dal fantasista più amato nel panorama dark-gothic del cinema americano, Tim Burton.

Titolo originale: The nightmare before Christmas
Titolo italiano : /
Genere : animazione
Anno : 1993
Paese : USA
Regista : Henry Selick
Sceneggiatura e produzione : Tim Burton
Cast : /
Colonna sonora : Danny Elfman
Distribuzione : Buena Vista International
Locandina

Trailer :

Trama : Nel mondo dove nascono tutte le feste, Jack Skellington, re del paese di Halloween, è stanco della ripetitività della sua attività di "maestro del terrore" e dentro di lui si cela il vuoto inconfessabile del mancato entusiasmo. Finchè malauguratamente, durante una passeggiata di riflessione, non scopre una radura con tutte le porte dei mondi delle feste ed entra incuriosito in quella del Natale. Sarà per lui la rivelazione, ma per gli abitanti di Halloween e per quelli della "Città del Natale" sarà il disastro completo.

Voto da 1 a 10 : Moonlight Haze - 9,5

Recensione di Moonlight Haze : 
questo film è stato per me l'appuntamento fisso ad ogni Halloween e Natale fin dall'infanzia. La creatività, la fantasia e i valori trasmessi da questo film - cartone animato sono qualcosa che trascende la comune razionalità. Il genio di Tim Burton permea ogni aspetto del film, dai dialoghi alle ambientazioni, dai singoli personaggi alle folli folli idee che saltano in testa agli stessi. Burton in persona ha curato il design di ogni modellino e di ogni mini-scenografia , costruiti tutti sui suoi schizzi ( schizzati ). Il film è divenuto col tempo un'icona del goth cinematografico, assieme all'altro caposaldo del cinema burtoniano, Edward Scissorhands, di appena tre anni prima. Sotto la patina ingenua dei mostriciattoli orrorifici, Burton ci insegna, ci ispira riflessioni sulla nostra vita, sulla quotidianità , sull'amore e sulla cieca fedeltà. Con un cattivo "fra i cattivi" ( il Bau Bau , il più mostro dei mostri) riesce comunque a decorare l'elementare opposizione buono-malvagio con dei toni del tutto originali, che escono dagli schemi della classica dicotomia disneyana e rendono perfino uno scheletro, i vampiri, i lupi mannari esserini simpatici che fanno paura solo per mestiere. A questa impareggiabile abilità di Burton vanno però aggiunti con tanto di lode gli splendidi effetti di uno stop-motion con i controfiocchi; questa tecnica di animazione a mano, di lunga tradizione, ha trovato in questo film una delle realizzazzioni più compiute e mirabolanti. Condisce il tutto la strepitosa colonna sonora di Danny Elfman, che del connubio con Burton ha fatto ben più di una semplice collaborazione. Le sue musiche sono giocherellone e oscure al medesimo tempo ,inquietanti , veloci, zampettanti. La bellezza di questo film deve essere riconosciuta al di là della sua etichetta cartoonesca.

2 commenti:

  1. Devo dire la verità: da piccola volevo cancellare il trailer dalla videocassetta del re leone (mettendo lo scotch sul buco della linguetta di sicurezza, pensate!!) perché mi facevano paura gli scheletri!!
    Dopo qualche anno l'ho voluto registrare, e ora lo guarderei sempre!
    Devo fare i complimenti anche a Renato Zero, che per il doppiaggio di Jack ha fatto un ottimo lavoro (anche se non lo posso vedere...) :)

    RispondiElimina