giovedì 24 novembre 2011

Insidious

Il film recentemente uscito vorrebbe essere una riproposizione in chiave moderna di vecchi cliché di film spiritici nel pieno stile horror anni '80, accompagnato dalle ambientazioni retrodatate della casa ( tipico sfondo horror dello scorso ventennio) e delle sedute medianiche. La buona riuscita del film è, per noi due, da mettere quantomeno in dubbio.

Titolo originale: Insidious
Titolo italiano: /
Genere: horror
Anno:2011
Paese: USA
Regista: James Wan
Sceneggiatura : Leigh Whannel
Cast: Patrick Wilson, Rose Byrne, Ty Simpkins, Lyn Shaye, Barbara Hershey
Colonna sonora: Joseph Bishara
Distribuzione: Filmauro 
Locandina : 
Trailer : 

   

Trama : Il film inizia con la felice famiglia Lambert ( padre, madre e tre splendidi bambini) che disfa i pacchetti di un recente trasloco in una enorme villa. Tutto sembra andare per il verso giusto, ma qualcosa inquieta la madre fin dal primo giorno. Purtroppo il maggiore dei figli, dopo una caduta, va a dormire e non si sveglia più. Da quel momento nella casa iniziano ad accadere dei fenomeni inspiegabili ed inquietanti. La nonna del bambino consiglia allora ai genitori di rivolgersi ad una medium. A quanto pare una vecchia storia sta per ripetersi.

Voto da 1 a 10 : Moonlight Haze - 6  Corpsegrinder88- 5

Recensioni :

Moonlight Haze : deludente. Mi aspettavo molto da questo film, molto di più. La ripresa delle atmosfere anni '80 era un'idea che trovavo allettante. Era da un pò che non si vedeva un buon film in vecchio stile, con spiriti demoniaci non identificati, fantasmi e ospiti malefici. Il modello della medium è di recente ripresa ( vedere Drag me to Hell, diretto dal magistrale Sam Raimi), ma non ha funzionato a dovere. Purtroppo non so che manchi a questo film: ha un buon cast, buona ambientazione, interpretazioni riuscite; nonostante questo non mi ha spaventato nè coinvolto. Eppure l'ho visto di notte, al buio e con tanto di copertina. Nulla di nulla. Nei momenti di maggior climax il film non è in grado di spaventare, la tensione è liquida e fin troppo diluita. Gli unici attimi di "spavento" ( non paura, voglio ribadire) sono quelli del mostriciattolo rosso alle spalle del papà e.... basta. Perfino la scena finale con la vecchia mummia è assolutamente scontata, prevedibile e troppo lenta, per quanto l'intento e la sorpresa fossero lodevoli. Il tratto finale, quello nell'Altrove, che doveva essere in assoluto la parte con maggiore influenza anni '80, non raggiunge il fascino di quel periodo, che era un misto di horror grottesco e ingenuità. Sembra quasi che il fim si divida fra un desiderio di emulazione e una tensione verso film alla Paranormal Activity. Credo che tutto ciò che c'era di buono in questo film sia stato sprecato, è una sensazione che mi ha pervaso per tutta la visione. Ritengo che siano stati mal calcolati i tempi, sopra ogni altro errore; inoltre gli effetti sonori erano poco incisivi, poco amplificati ( giuro che mi ha inquietato di più la scritta iniziale con la musichetta sottostante di tutto il resto del film). Il clima è rimasto sempre troppo casalingo. Un esperimento mal riuscito; d'altronde, gli anni '80 sono passati da un pezzo. E a mio avviso non si ripeteranno mai. 

Corpsegrinder88: premetto fin da subito che non sono mai stato amante di questo tipo di film horror ma ho voluto dare un chance anche a questo Insidious del quale mi erano giunte voci più che positive che purtroppo però  non rispecchiano il mio giudizio.
Innanzitutto l'ho trovato un film uguale a mille altri non solo come trama ma anche come ambientazioni, caratterizzazione dei personaggi e sviluppo complessivo: la solita casa apparentemente tranquilla, il solito bambino posseduto da spiriti malvagi e i soliti genitori che non sanno a che santo votarsi. Tutto questo non sarebbe stato neanche un male se solo questi elementi fossero stati sviluppati in modo diverso, intendo dire che gli stereotipi del genere non mutano di una virgola quelli che sono i motivi degli stessi, non hanno anima nè connotazioni tali da poter segnare lo spettatore. Durante tutto l'arco del film i momenti che dovrebbero essere carichi di malvagità e trasmettere a chi guarda una certa inquietudine sono in realtà vuoti, incapaci di incidere fino in fondo lasciandoci a bocca asciutta, come se ci mostrasse una prelibatezza della quale non possiamo gustarne neanche un pezzo. Il finale lascia sì un po' di dolce ma a conti fatti il più buono se n'è andato o meglio non c'è mai stato. Concludendo non posso far altro che lasciare un giudizio purtroppo insufficiente ad un film che sicuramente aveva tante potenzialità, purtroppo sprecate e quasi mai messe in luce, potenzialità che dovevano essere impostate in modo diverso (lavorare su tempi d'azione immediati senza prolungare inutilmente momenti che sarebbero stati preziosi se giocati meglio) e collocate negli spazi giusti. Eventualmente da rivedere ma dubito che il mio giudizio possa cambiare.

2 commenti:

  1. Ho sentito anch'io pareri positivi e negativi... le riproposizioni dei vecchi temi mi lasciano sempre dubbiosa e curiosa allo stesso tempo, anche se ormai "ho perso il callo dell'horror", non riesco più a guardarli da sola xD
    Me ne mancano un sacco, e me ne vergogno, ma ce ne sono alcuni che mi ispirano, se non altro per curiosità...
    Drag me to hell come lo votereste? Anche lì ho avuto risposte molto varie...
    Omen? Orphan? The strangers? Sono tutti film che mi hanno incuriosita molto ma che non sono ancora riuscita a vedere. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi intenditori :)
    Baci!!

    RispondiElimina
  2. Cara Lola, presto avrai le tue risposte :)

    RispondiElimina